Ci sono sempre più persone che vogliono vivere delle esperienze uniche e divertenti, e uno dei modi di farlo è lanciarsi con il paracadute in tandem.

Il lancio col paracadute in tandem è un lancio di gruppo, in sostanza, uno sport davvero avventuroso e divertente dove ci si mette alla prova come squadra e dove è possibile vivere il brivido di una scarica di adrenalina.

In generale si considera il lancio in tandem lo strumento più sicuro e rapido per sperimentare le emozioni del paracadutismo e della caduta libera. In sostanza si viene imbragati assieme ad un istruttore, che è colui che si occupa della gestione delle fasi del lancio.

Cerchiamo quindi di conoscere più da vicino il lancio in tandem, capendo attraverso domande e risposte quali siano le particolarità di questo sport.

Domande e risposte sul tandem

Il lancio in tandem è una disciplina estremamente divertente, in grado di regalare delle emozioni uniche e di soddisfare il sogno di volare. Tuttavia spesso ci sono tanti dubbi relativi a questa disciplina: cerchiamo di superarli.

  1. Chi può fare un lancio in tandem? Chiunque, tendenzialmente, nel senso che non è necessario avere nessun brevetto, e non bisogna frequentare nessun corso per poter effettuare questa attività.
  2. Ma come si fa il lancio in tandem? Si utilizza semplicemente un paracadute biposto, sul quale si trova il cliente e l’istruttore. Tutti e due indossano un’imbracatura ad hoc che si occupa di tenere ben fissate le due persone ed il paracadute. Sarà l’istruttore ad occuparsi dell’apertura del paracadute, quindi il cliente può solo divertirsi e non deve preoccuparsi e pensare a nulla.
  3. Cosa si prova quando si salta dall’aereo? Nessun vuoto allo stomaco, come vuole la leggenda metropolitana, e soprattutto nessun problema a respirare: si respira tranquillamente anche quando si fa un lancio in tandem.
  4. Il lancio in tandem è sicuro? Le preoccupazioni legate all’altezza del lancio sono comprensibili e condivisibili, e anche se è uno sport estremo, il lancio in tandem è provvisto di misure di sicurezza. Il paracadute principale viene azionato dall’istruttore, e laddove per un caso remoto non dovesse funzionare, si è comunque provvisti di un paracadute di sicurezza che si apre a sostituzione di quello principale.
    Inoltre anche l’atterraggio ormai è morbido e sicuro: grazie alla guida dell’istruttore esperto, si planerà dolcemente a bassa velocità. Non ci sono quindi impatti violenti al suolo.
  5. Soffro di vertigini: posso fare il lancio in tandem? Moltissime persone che hanno fatto lanci in paracadute in tandem soffrono di vertigini. Anche molti istruttori ne soffrono, ma la sensazione che si vive quando ci si lancia col paracadute è completamente diversa da quella classica delle vertigini: darà bellissimo e divertente.
  6. Quale è la velocità di caduta? La velocità di caduta verticale tocca circa i 200 km all’ora.
  7. Come vestirsi? Per il lancio in tandem, durante l’Estate si consigliano pantaloni lunghi e scarpe da ginnastica: in inverno basta un piumino non ingombrante.
  8. Ci si può lanciare da soli? Non è possibile lanciarsi da soli, senza istruttore, neppure se si ha esperienza. L’unico modo per lanciarsi da soli consiste nel seguire un corso per ottenere un apposito attestato di lancio da solo.
  9. Quanto dura il lancio in tandem? Il lancio in tandem in totale dura circa due orette. Infatti prima del lancio vero e proprio bisogna fare una riunione, una preparazione, vestirsi e controllare che tutta l’attrezzatura sia a posto.