Negli ultimi anni è cresciuta la passione per gli sport estremi, e sempre più persone vogliono sperimentare il brivido di vivere l’esperienza di uno sport che dia una scarica di adrenalina potente.

Per farlo, una delle soluzioni migliori è il parapendio: a differenza del paracadutismo non ci si lancia da un aereo ma si decolla e si plana dolcemente, guardando dall’alto bellissimi paesaggi e territori unici. Il piacere di volare è assolutamente unico, soprattutto se lo si può fare comodamente come in parapendio, dove si è seduti su un seggiolino come in seggiovia.

Il parapendio è uno strumento eccellente per poter vivere il mondo da un altro punto di vista, e passare delle ore divertenti ed emozionanti, osservando la bellezza della natura dall’alto.

Il parapendio regala delle emozioni uniche, fa vivere l’esperienza del volo solitario sulla natura (ma per chi non abbia il brevetto è possibile optare anche per il parapendio biposto con istruttore).

Quando si è in volo, si vive un’esperienza unica ed emozionante, giocando con il vento, osservando tutto dall’alto. Si vivono delle ore davvero intense, perché quello del parapendio è uno sport intenso, da vivere profondamente, da gustare in ogni istante.

Ma come funziona esattamente il parapendio? Come si atterra, quale è l’attrezzatura necessaria per volare? Sono tante le domande che si aggirano attorno a questo sport. Se siete curiosi di saperne di più, possiamo darvi qualche spunto aggiuntivo e qualche utile consiglio e informazione sul parapendio: poi, avrete tutto il tempo e la possibilità di scoprire di persona quanto può essere affascinante questo splendido sport.

Conoscere il parapendio: come si usa questo strumento?

In parapendio si può volare in tutte le stagioni, basta che non ci sia mal tempo, pioggia e simili. Non è neppure necessario che ci sia vento, dato che è possibile decollare anche in totale assenza di brezza, e si può prolungare il volo per ore sfruttando le correnti discensionali che possono portarvi davvero dappertutto, permettendovi di vivere un’esperienza unica. Ovviamente esistono le ‘giornate ideali’ per volare, vale a dire quelle primaverili con una leggera brezza e con cumuli nel cielo.

L’attrezzatura per volare non è né complicata né pesante, dato che in volo bisogna essere più leggeri possibile.

Si indossa innanzitutto una sacca dove c’è tutto quello che può servire al pilota: pesa dai 3 ai 25 kg, ovviamente dipende dalla lunghezza del viaggio e dall’attrezzatura che si ha con sé. Gli attrezzi fondamentali sono il parapendio, l’imbrago, il casco.

Poi si porta sempre con sè per sicurezza anche un paracadute di riserva, che è necessario perché bisogna sempre mettere la sicurezza al primo posto. Durante il volo ci si siede su un sellino, studiata per poter manovrare il parapendio con sicurezza, freni inclusi.

La sicurezza durante il volo in parapendio è garantita, perché il pilota è trattenuto da delle cinghie che rendono impossibile sfilarsi una volta che siano state agganciate. Inoltre prima del decollo col parapendio si effettua il regolare controllo di tutta l’attrezzatura.

Soffrite di vertigini? Niente paura. Il volo non attiva il meccanismo delle vertigini, perché il nostro corpo non ha più paura di cadere come avviene quando abbiamo i piedi a terra ma siamo vicini a qualche sporgenza. Moltissimi piloti di parapendio ed esperti istruttori soffrono di vertigini quando sono a terra, ma non hanno assolutamente questa sensazione quando volano.

Del resto, volare toglie tutti i pensieri: possiamo consigliarvi quindi di concedervi di provare questa magnifica esperienza, che sicuramente vi consentirà di vivere una situazione unica che vorrete ripetere ancora ed ancora nella vostra vita, per la sua unicità e per la sua bellezza.